Misano, atto ultimo

In romagna la chiusura della stagione agonistica

Come ormai da qualche anno sul circuito di Misano adriatico si svolge l'ultimo appuntamento della Coppa Italia Velocità.

Fenu impossibilitato a prendere parte all'ultima gara di campionato della R3 cup ha quindi chiuso la sua stagione domenica scorsa con un ottimo podio a Cremona.

Portacolori del team Tecnica Moto sarà quindi Matteo Dalola, anche questa volta in veste di wild card nella categoria 1000 Avanzata del Trofeo Italiano Amatori.

Purtroppo il meteo ha pesantemente condionato i turni di prove libere si di giovedì che di venerdì non dando così la possibilità di mettere a punto la moto, lavoro che sarebbe stato fondamentale per Matteo presentatosi a Misano con l'Aprilia usata solo una volta a Cremona e nella wild card del Mugello.

Dalola mancava inoltre da Misano da maggio della scorsa stagione quindi il week end si è presentato per lui subito in salita.

Ingresso in pista diretto per la Q1, -Con pochi riferimenti e quasi nessun dato di questa moto su Misano- spiega Matteo -sono entrato in pista facendo appello solo alla mia memoria circa la pista di Misano cercando di seguire ogni indicazione e sensazione che mi dava la moto in modo da poter consegnare al mio team quanti più elementi possibili per la messa a punto del setting-

-Turno dopo turno- continua Matteo- con analisi della telemetria e parlando con i tecnici del team la moto stava migliorando notevolmente ma dopo soli 2 turni eravamo già proiettati in griglia di partenza....-

35° la casella occupata da Dalola in una classifica tra le più compatte dove tra il primo e l'ultimo pilota la differenza sul giro è di soli 3 secondi.

Il pilota bresciano vede la bandiera a scacchi in 29° posizione dopo una bella gara tra bagarre e rimonta.

2 gare dopo la 1000 avanzata il programma del week end è stato bruscamente interrotto da un tragico incidente nella classe 600 Pro che ha visto la triste scomparsa del pilota romano Federico Esposto di soli 27 anni.

Il team Tecnica Moto si stringe attorno ai famigliari, amici e conoscenti del giovane centauro dal triste destino.

Postato il 05-10-2022

Mes, ultima gara

Ultimo roud sul circuito lombardo di Cremona

L'ultimo week end di settembre segna anche la fine del campionato 2022 del Motoestate.

Proprio sul circuito lombardo è andato in scena l'ultimo atto con un clima tipico autunnale ma che non ha compromesso le gare.

Assenti purtroppo Palladino e Bernoni, sono scesi in pista Capelli e Fenu nella Race Attack 600, Valsecchi, ancora in corsa per il titolo, e Crifò nella Race Attack 1000 e Lorenzo Magnano per la classe 300.

Il week end di Lorenzo è stata condizionata purtroppo da una caduta nella seconda qualifica che lo ha visto costretto al ritiro al 6° giro della gara per forti dolori alla mano sinistra.

Ancora sul podio Claudio Fenu che dopo i festeggiamenti di Misano replica con sul primo gradino assoluto della categoria Rookies, alle sue spalle ma poco distante Capelli che nella seconda manche chiude sotto la bandera a scacchi in 3° posizione per la categoria Challenge, 9° assoluto.

Nella Race Attack 1000 nonostante l'ottimo podio di Lazzaro, rimane purtroppo l'amaro in bocca per il titolo sfumato per una manciata di punti. Quinto posto in entrambi le manche per Andrea Crifò che conferma la sua  costante crescita personale.

Appuntamento a Misano adriatico il prossimo week end per l'ultimo round della Coppa Italia.

Postato il 05-10-2022

Coppa FMI - Mugello 28 agosto

Dalola Wc nella 1000 Avanzata

Ritorna in pista dopo uno sto di diversi mesi, Matteo Dalola e riparte dalla 1000 avanzata, la stessa categoria che lo aveva visto in pista la scorsa stagione in sella alla sua Yamaha.

In questa gara del 2022 vediamo Matteo in sella ad una nuova moto, è infatti passato ad una Aprilia 1100cc per una nuova sfida e battere i suoi best lap.

Ritornare in gara dopo una lunga pausa, con una moto nuova e pressochè originale con solo 2 test alle spalle non è facile ma Matteo ed il team hanno lavorato sodo fin dal giovedì riuscendo così ad abbassare il tempo turno dopo turno mano a mano che aumentava il feeling moto-pilota.

Qualificatosi in 28° posizione ma con un ottimo 2.01.129 (la davanti sono andati davvero fortissimo!!) parte bene e in gara risale chiudendo sotto la bandiera a scacchi in 22° con un ottimo passo gara.

Impegni permettendo Matteo sarà nuovamente in pista come wild card nell'ultimo round che si terrà il 2 ottobre sul cirucito romagnolo di Misano Adriatico.

Postato il 29-08-2022

Tra motori ed amici

Evento MasterGP

Una rappresentanza "pistaiola" del Motoclub Revolution si è data appuntamento a Castelletto di Branduzzo per provare le MasterGP.

3 prove cronometrate ed una prova con pista in esclusiva e partenza lanciata per una giornata di gran divertimento.

Dai piloti più esperti come il nostro Valsecchi ai neofiti della pista, tutti hanno potuto apprezzare la potenza e maneggevolezza delle MasterGP, moto adatta ad ogni livello che sa regalarevere emozioni racing.

Si aggiudica la sfida Lazzaro davanti ai suoi amici del Motoclub di Valmadrera, seguito da Marco Chiancianesi, pilota che milita nella Rookie challenge del Trofeo Italiano Amatori. Chiude il podio Andrea, pilota amatoriale.

A fine giornata un bel brindisi a coronare una bellissima giornata in pista ed appuntamento al prossimo evento..la MasterGP ti fa sempre tornare a casa con il sorriso.

Per info, test e organizzazione di eventi aziendali scrivici a info@tecnicamotoracing.it

Postato il 03-08-2022

MasterGP di nuovo in pista

Evento a Castelletto di Branduzzo

Domenica 31 luglio sul Motodromo pavese torneranno in pista le MasterGP per una sfida tra gli iscritti del Motoclub Revolution di Besana Brianza.

7 le moto ed i piloti più o meno esperti pronti a sfidarsi all'ultimo millesimo..vi aspettiamo!

Postato il 03-08-2022

Back to Mugello

Francesco ci racconta il suo week end

Vacanza premio inaspettata per la famiglia Bernoni al Mugello: wild card nella Dunlop Cup 1000!

Venerdì - FP1
Entriamo per riprendere l'occhio e la mano su queste curve disegnate da un diavolo lungo i pendii benedetti di queste colline.
E' una gioia per gli occhi e per lo spirito, ma una fatica immane per le membra.
Sosta veloce ai box per due regolazioni e di nuovo dentro; abbiamo già un tempo di base che mi soddisfa, considerando i due anni anni di assenza da qui e un figlio a carico!
2'01"876.

Nel pomeriggio siamo subito in Q1.
Abbiamo gomma nuova in mescola ideale, assetto e mappature rifinite.
2'01"120 - P27 su 36.
Non sono molto soddisfatto perché vorrei essere più avanti; tuttavia la strada è quella giusta, le sensazioni ci sono e si tratta solo di sciogliere un po' il polso destro e non cedere alle lusinghe demoniache di queste esse insidiose che istigano ad accelerare troppo presto.
Nel briefing con il Team continuo a lamentare una carenza di potenza che, anche considerando il caldo, persiste. (ndr: i motori, come le persone, ansimano e boccheggiano quando l'aria che respirano è calda. L'aria fresca ha più ossigeno e le moto vanno più forte. Come Voi).
Faccio verificare che la carburazione sia in regola e congeliamo le regolazioni per l'indomani.

Q2 Sabato
Ho voglia di guidare. Le gomme hanno otto giri ma me ne frego: voglio trovare la velocità di percorrenza necessaria per uscire dalle curve forte e non avere i problemi di derapata tipici delle ripartenze.
Il piano funziona e al primo giro cronometrato stampo un 1'59"348 con sorpasso al mio compagno di avventure Andrea Crifò che mi vale la P20 su 37 del turno.
Sono molto felice di essere quasi tornato sui miei tempi e, non Vi nascondo, sogno segretamente di poter segnare il mio nuovo best lap.

Gara Sprint
La combinata delle due qualifiche mi porta in venticinquesima posizione in griglia.
Ci siamo: come sempre il momento più emozionante è la partenza.
Spunto senza lode né infamia questa volta e alla prima curva ricavo il mio posto nel mondo. Sono carico e guardingo: non voglio perdere posizioni ma nemmeno fare errori costosi come andare lungo in un eccesso di zelo. L'obiettivo è stare con questa gente che corre sulle piste lunghe e staccare un bel tempo sul giro, mettermi alla prova sulla durata e godere dei traversi che, inevitabilmente farò con la gomma che pattinerà su questo asfalto che scotta come l'inferno dantesco.
2'13"887 è il mio tempo con partenza da fermo e traffico.
Alla staccata della Materassi attacco all'esterno un'Aprilia: lui allarga la linea e io non ho più pista. Mi viene in aiuto l'amico "cordolo". In questa zona mi sono sentito a mio agio fin dai tempi della 600 e, forte dell'esperienza maturata a Cremona nella scorsa gara, insisto, lascio il freno, lo affianco dove non può vedermi e...sorpresa: quando si rialza dalla piega a sinistra per fare lo scambio io sono già lì all'interno che punto la seconda curva (la Borgo San Lorenzo).
Gran manata di gas verso la Casanova dove c'è in corso una scivolata. C'è polvere ovunque e in una nube c'è un pilota che sta ruzzolando lungo l'irto pendio che porta alla Savelli.
Il gruppetto vede e schiva e io ne approfitto, scalando una marcia come fanno nei film ed agguantando la coda di Crifò che era partito come un MiG-28 al semaforo.
"Sei mio" penso mentre saliamo a fuoco le due Arrabbiate.
Me lo cucino ben bene ed esco forte al Correntaio, lo marco stretto nelle Biondetti e lo affianco mentre mettiamo la quarta in direzione della Bucine ma ancora una volta non voglio esagerare. Non subito. Se forzo l'ingresso e non ho una linea corretta mi prenderà la scia in rettilineo e dovrò rifare tutto avendo scoperto le mie carte. Così penso. Sarà giusto? Bah...
Però mi godo il momento: sono con un amico e ci lanciamo a cannone lungo il rettilineo del Mugello a venti centimetri di distanza, su due moto gemelle in una palla di suono che va all'unisono mentre il motore frusta ogni cavallo di cui dispone ed insieme scolliniamo verso la staccata della San Donato ad oltre 290 chilometri orari.
Se non è questa poesia, caro il mio Dante, non so cosa lo sia. O forse dovrei chiamare in causa Filippo Marinetti.
Decidetelo Voi. Io sto godendo come un pazzo.
Ma, come si sa, "all good things come to an end": arriviamo alla Casanova e c'è bandiera rossa a causa di un'altra caduta. Rientro al box con la temperatura dell'acqua alle stelle.
Attendiamo di ripartire cercando di raffreddare il più possibile la moto ma notiamo che il motore è sporco. Probabilmente c'è stata un po' di ebollizione, l'acqua è fuoriuscita dallo sfiato ed è evaporata sui carter.
Nulla di grave.
Concedetemi di deludere Voi e Dante per un momento: nulla di grave un corno!
Convinti che sia stata la calura a causare il picco di temperatura ci schieriamo in griglia per ripartenza in diciottesima posizione.
Io però non sono sereno: sento che il mio cavallo non sta bene, che c'è qualcosa che non va.
Cerco di far prendere più aria possibile al radiatore sia nei giri di warm up che, vanamente, nei primi giri di gara ma non c'è nulla da fare. Devo fermarmi e spegnere il motore.

Dopo una più accurata analisi troviamo un buco nel radiatore causato da un sasso proiettato ad alta velocità.
Cambiamo radiatore e andiamo a mangiare una fiorentina che avrebbe resuscitato i morti.

Domenica Gara 2
Oggi si corre sulla distanza di dieci giri e la cosa è tutt'altro che scontata visto che a dare il via alla gara sono Paolo e Francesca in persona (ora la smetto, ma lo sapete: la Toscana, il Mugello, il caldo, Dante...è un attimo che parta l'attacco poetico).
Beh insomma sono fiducioso che il lavoro del Team mi permetterà di riscattarmi e invece il havolo happuccino toshano!
Parto benino, mi sparo un bel sorpasso dopo tutto il rettilineo in scia che a momenti finisco di frenare du poggi più in là.
Poi ancora un sorpasso all'esterno alla Casanova perché ci ho preso gusto e poi..."mamma butta la pasta perché l'acqua la bolle": mi ritiro mestamente dopo un weekend che attendevo come un bambino quando aspetta Babbo Natale: probabilmente la guarnizione della testata si è fessurata a causa del calore intenso patito e non era il caso di proseguire.
Al parco chiuso parecchie moto hanno sputato l'acqua che bolliva: trentacinque gradi di aria e sessanta di asfalto hanno messo a dura prova i cavalli meccanici.

Lascio la Toscana e queste valli baciate dal sole con un po' di amaro in bocca ma con la gioia di esserci tornato con la mia famiglia e con il solito Team Tecnica Moto che regala sempre soddisfazioni.

Bernux 118

Postato il 07-07-2022

La gamma Yamaha

Quasi al completo

Tornati finalmente sul bellissimo circuito del Mugello, Tecanimoto  schiera la gamma Yamaha racing al (quasi) completo.

Abbiamo infatti schierato in un torrido week end la più piccola delle giapponesi racing impegnate nella Coppa Italia, la R3 guidata da Claudio Fenu impegnato nella R3 cup, la nuova R7 con la wild card, anche se nostra vecchia conoscenza, Niccolo' Bianucci, impegnato nel trofeo monomarca dedicato alla nuova cilindrata appena lanciata sul mercato, e la regina R1 cavalvata dallo storico Francesco Bernoni.

Fenu risale in sella dopo un lungo e forzato stop causato da un brutto infortunio al muscolo della gamba destra subito durante una gara di Pit bike e si rende partecipe di una bellissima rimonta in gara che lo vede sotto la bandiera a scacchi in un'onorevole 27° posizione in una griglia al completo composta da più di 40 piloti.

Notevole il week end di Bianucci che non era mai salito in sella alla nuova R7, completamente diversa di ciclistica ma soprattutto di motore dalla "sorella" R6 alla quale era abituato..in pochi turni si è adattato alla nuova moto, al nuovo motore, alla pista mai vista, ha dovuto adeguare il suo modo di guidare, e se nelle prove libere del venerdì i primi sembravano imprendibili, domenica in gara ha dimostrato di poter essere "uno di loro" e di potersi giocare anche il podio...                                                      Davvero peccato per una scivolata proprio all'ultimo giro che lo ha coinvolto con il pilota al momento in testa al campionato..la gara di Nicco è così purtroppo finita anzi tempo nella ghiaia della curva San Donato.

Ritorno al Mugello dopo le gare nel Motoestate per Bernoni che si è presentato con le migliori aspettative con un tifoso d'eccezione al seguito, il piccolo Bernoni jr, ma il suo week end non è andato come sperato.                                                                                                       Le alte temperature delle colline toscane, con la complicità di un sasso sparato diretto nel suo radiatore, hanno purtroppo costretto il nostro Francesco al ritiro in entrambi le gare. Oltre la delusione per non aver finito la gara tanto attesa su uno dei circuiti più belli del mondo, anche un motore che ha sofferto e necessita le giuste cure prima di poter tornare in pista.

Prima wild card al Mugello anche per Andrea Crifò, impegnato attualmente nella Race Attack 1000 del Motoestate.                                                     Dopo un'avvio di conoscenza della pista, delle alte velocità e superata l'emozione, il pilota ligure ha fatto una gara bellissima ricca di sorpassi, migliorando il suo tempo e di ben 13 posizioni il suo piazzamento in classifica.

Come sempre ringraziamo tutti i supporter che ci seguono, che sono venuti a trovarci in questo caldo week end toscano e riconfermiamo l'appuntamentto in quel del Mugello per il week end del 28 agosto..nel frattempo..buone ferie a tutti!

Postato il 08-07-2022

Calendario Motoestate

Ufficiale il calendario 2022

Ecco finalmente ufficiale il calendario Mes 2022 con una novità, l'introduzione in calendario della pista di Magione:

·         ROUND 1 30 aprile/1 maggio Varano de’ Melegari (PR)

·         ROUND 2 28/29 maggio Cremona Circuit (CR)

·         ROUND 3 25/26 giugno Magione, autodromo dell’Umbria (PG)

·         ROUND 4 6/7 agosto Varano de’ Melegari (PR)

·         ROUND 5 24/25 settembre Cremona Circuit (CR)

Postato il 23-02-2022

Coppa Italia 2022

Ecco il calendario

Ufficiale il calendario della Coppa Italia 2022 che prenderà il via per la prima volta sulla pista di Cremona, grande news per la prossima stagione.

Si parte il 24 aprile sul circuito cremonese per poi proseguire con Misano, Vallelunga, doppio appuntamento al Mugello (il 28 agosto gara di Coppa FMI) per terminare a Misano

Postato il 23-02-2022

MOTOESTATE e YOUTUBE

Rivivi le emozioni 2021 sul nostro canale

La stagione 2021 si è conclusa da poco. A Cremona il 19 settembre è ufficialmente calato il sipario su una stagione da record. In pista è stato spettacolo: bagarre, sorpassi ed emozioni non adatte ai deboli di cuore.

Grazie al nostro canale YouTube potrai rivivere le emozioni di tutti i round di questo MES 2021. Sulla piattaforma troverai i video delle gare integrali di tutte le categorie di tutti i round di questa ultima edizione del MotoEstate, così come le maxisintesi trasmesse sulle emittenti televisive partner del campionato durante l’anno.  E le novità non finiscono qui. Sempre sul nostro canale “YouTube SH Group” puoi trovare tutte le emozionanti puntate di “Storie di MotoEstate”: la rubrica in collaborazione con corsedimoto.com che racconta la vita e le gesta dei protagonisti del MES.

Il modo migliore per rivivere le emozioni del MES 2021, in attesa di una nuova ed entusiasmante stagione.

Postato il 23-02-2022

Massimiliano Palladino ed il thriller del Cremona circuit

Vi racconto come ho vissuto quella giornata

L’ultimo appuntamento del 2021 della 1000 Open è stato un vero e proprio thriller. Massimiliano Palladino ci racconta il “suo” round 5.

I piloti in lizza per la corona d’alloro della Classe Regina hanno dato vita a un’emozionante ultima manche e sotto il cielo tenebroso del Cremona Circuit è successo davvero di tutto. Uno dei contendenti al titolo era Massimiliano Palladino: un pilota che frequenta il paddock del MES dal 2016. La passata stagione il rider del Team Tecnica Moto era all’esordio nella 1000 Aperta: la vittoria del 2020 della Race Attack 1000 gli valse l’anno successivo il salto di categoria. Oggi ci spiega come ha vissuto quella giornata per lui “maledetta”.

Il thriller

Cremona Circuit, San Martino del Lago, 18 settembre: è tempo di qualifiche

Prima dell’ultimo round del 2021 a Cremona la 1000 Open era la categoria più aperta. La classifica recitava: Cristian Brugnone 76, Andrea Maestri 75 e Massimiliano Palladino 72. Tre piloti, quattro punti e un sogno in comune: laurearsi campione della Classe Regina. La battaglia si prospettava spettacolare viste anche le diverse wild-card di blasone iscritte all’ultimo appuntamento stagionale. Dopo le prove ufficiali la griglia di partenza era così composta: Ivan Goi (Wild Card), Fabio Starnone (Wild Card), Andrea Maestri, Davide Eccheli (Wild Card), Valter Bartrolini e, a chiudere la seconda fila, Massimiliano Palladino.

I giorni prima dell’ultima gara ero abbastanza nervoso. Tensione che mi ha accompagnato durante tutto il week end. Si è affievolita solo dopo lo spegnimento dei semafori e soprattutto dopo aver visto Andrea Maestri aver avuto una partenza anticipata. Sapevo che mi bastava arrivargli davanti per vincere. Cristian Brugnone è stato in difficoltà durante tutto il fine settimana e partiva dietro di me: ottavo”.

Cremona, San Martino del Lago, 19 settembre: la gara della 1000

La gara è strana: i tre contendenti al titolo corrono gestendo. Sono le wild card di giornata a prendersi la scena. Dopo i tredici giri in programma Massimiliano Palladino chiude ottavo, dietro ad Andrea Maestri. “La partenza anticipata di Andrea era un dato di fatto: tutti nel paddock ne erano già a conoscenza”. Brugnone è nono, infilato da Boccelli all’ultima tornata: è Palladino il nuovo campione 2021 della 1000 Open.

Cremona, San Martino del Lago, round 5, il post-gara

Poi però succede l’imponderabile: il sorpasso di Massimo Boccelli su Cristian Brugnone è avvenuto in regime di bandiera gialla. Brugnone riconquista così l’ottava posizione, subito dietro a Palladino, che con la squalifica di Maestri si era aggiudicato la settima piazza. Risultato: Brugnone guadagna tredici punti, Max sedici. In altre parole: festa rovinata per il pilota di Tecnica Moto, retrocesso secondo nella classifica generale a una sola lunghezza dal nuovo campione del 2021: Cristian Brugnone.

Complimenti a Cristian. Io, anche se avessi vinto, non avrei mai e poi mai pensato di essermi meritato il titolo. Quest’anno è stata una buona annata, ma non meritavo di vincere. Forse anche il secondo posto è più di quanto avessi effettivamente dimostrato. A mio avviso il vero campione, l’uomo da battere per intenderci è stato sempre Valter Bartolini, il vincitore dell’edizione 2020. Se non avesse rotto il motore prima di Cervesina avrebbe bissato il trionfo. Sicuramente. D’altronde anche durante l’ultimo round è riuscito a superarmi e arrivare davanti”.

Max Palladino: “E’ la passione a muovere il mondo

Il thriller di Cremona è stato solo l’ultimo appuntamento di una stagione emozionante e ricca di cambiamenti per Massimiliano, un pilota innamorato della velocità e del correre insieme agli amici “Effettivamente ho sempre avuto un amico, una spalla che ha fatto sì che iniziassi e tornassi a calcare l’asfalto della pista. La passione per le due ruote l’ho sempre avuta, ma ho scoperto il paddock abbastanza tardi: avevo 18-19 anni. Da quel momento ho corso per anni durante le prove libere, come un vero amatore appassionato. Poi, spinto da un amico, mi sono iscritto alla R6 Cup. Era il 2006. Dopo un paio d’anni, combinare le corse e il lavoro era diventato troppo impegnativo (Max è titolare di un’azienda di lavorazioni meccaniche a Cavour, in provincia di Torino ndr). E ho così smesso con gli impegni ufficiali”.

Nel 2016 inizia una nuova avventura “Un amico con il quale andavo a correre durante i track days decise di iscriversi al MES e così l’ho seguito: mi sono iscritto alla Race Attack e in quel preciso istante è iniziato la mia avventura nel MotoEstate“.

Durante la scorsa stagione il piemontese compie un altro salto importante che lo porta a correre nella 1000 Open dopo la vittoria della Race Attack 2020 (salto di categoria dettato dal regolamento sportivo): “Sì, le differenze con la Race Attack non riguardano la velocità o i tempi fatti registrare in pista. Ciò che più differenzia le due categorie è la fatica fisica. Nella Race Attack le manche di gara sono piuttosto rapide, mentre nella 1000 Open i giri da completare sono molti: tredici a Cremona, sedici a Varano. Fisicamente è necessario essere preparati al meglio. Un’altra differenza chiave riguarda le gomme: utilizzare una gomma ottima per combinare la pista all’uso stradale come le Dunlop GP Racer D212 o delle slick pensate esclusivamente per la pista è differente. Ciò che più mi è mancato nel 2021 però è stato l’affetto del pubblico: vivere un week end con migliaia di spettatori nel paddock e sulle gradinate è un qualcosa di magico: spero davvero di poter tornare a vivere quelle emozioni durante la prossima stagione”.

Postato il 23-02-2022

L'anno dei secondi posti

Si chiude sul circuito di Misano adriatico la stagione 2021 che conferma "la maledizione del secondo posto".

Leonardo Fanizzi arrivato a Misano a 80 punti di distacco dalla vetta della classifica ma con 500 punti ancora in palio tutto è possibile.

Pole position, prima posizione in gara 1 e tutte le speranze riposte in gara 2.

Leo parte bene ma trovandosi intrappolato nell'imbuto della prima curva gira 4° quando il diretto avversario sta già tentando la fuga.

Leonardo tenta la rimonta ma la su gara termina al 3° giro, scivolato alla curva della Quercia. Ci doveva provare, ci ha provato e si è conquistato la piazza d'onore alla sua prima stagione ufficiale di gare ed alla prima stagione in sella al 1000, complimenti da tutto il team.

Nella Dunlop cup 1000 Gipponi in entrambi le gare si conferma nella Top10 con la 9° posizioni di gara 1 e la 10° posizione di gara 2 con il tempo di 1.14.861

Seveso Gianluca, anche lui alla sua primissima stagione di gare chiude ad un soffio dal podio gara 1 ed in 6° posizioni gara 2..ben fatto!!

Finito nel peggiore dei modi il week end di Rampin, vittima di una brutta caduta sabato in Q1 e finito in ospedale con 9 costole rotte..in bocca al lupo Morgan!!!

In un lampo anche questa stagione è finita, in un'apertura di farfalla sarà ora dei test invernali e penseremo ad una nuova stagione..non vediamo l'ora!

Grazie come sempre a tutti coloro che ci hanno seguito, con passione, un ringraziamento particolare a tutti gli sponsor e sostenitori che rendono possibile tutto questo..

Postato il 03-10-2021

CLAUDIO DE STEFANO

"Grazie al MES sono ripartito"

Oggi siamo con Claudio de Stefano, aka “The Italian Black Rider”: pilota e Content Creator con una storia particolare da raccontare.

Nuova tappa del nostro viaggio alla scoperta dei protagonisti dei Trofei MotoEstate: questa volta è il turno del ventitrenne romano protagonista sul web e in pista nella Race Attack 1000.  

La passione per la moto e la volontà di raccontarmi sono senza ombra di dubbio le mie passioni e ciò che mi identifica. Ho iniziato la mia avventura in moto quando ero molto piccolo. Da subito ho raggiunto traguardi importanti nel Campionato Italiano Velocità (CIV) nelle classi 125 e 300 riuscendo ad andare spesso a podio pur non correndo converi e propri team. Poi facendo dei test per passare nella 600 ho avuto un brutto infortunio. Sono scivolato e due moto mi sono finite sopra. Fu un impatto tremendo nel quale solo pochissime ossa riuscirono a salvarsi. Inutile dire che per diversi anni sono stato lontano dalla pista".

La voglia di stare in sella però non se n'è mai andata "No quella assolutamente no. Dopo essermi ripreso fisicamente ho ricominciato ad andare in moto su strada. Poi nel 2019, dopo una lunga riflessione, ho deciso di rimettermi in gioco. Proprio in quel periodo è nata anche l'idea di provare a raccontare la mia storia. Volevo cercare di essere un esempio positivo raccontando un percorso di rinascita. Ho iniziato all'inizio pubblicando i classici post su Instagram. Poi ho sperimentato i video su YouTube. I primi erano molto amatoriali, ma fin da subito hanno riscosso i piaceri del pubblico. Dopo il primo anno e mezzo, Il mio canale aveva vissuto la crescita più veloce nella storia di YouTube Italia Motori. E da quel momento ho deciso di dedicarmi alla creazione di contenuti con sempre più professionalità e costanza".

Nel mondo dei motori si è assistito nel corso degli ultimi anni alla nascita di diversi piloti – influencer "Sì, gli influencer spopolano sia nel mondo dei motori che sul web in generale. Io non ho ricevuto una particolare influenza da nessuno. Voglio semplicemente raccontare la mia storia: il percorso di rinascita di un motociclista che dopo un grave infortunio ha deciso di rimettersi in gioco e ripartire da zero".

Il MotoEstate per "The Black Rider" (il nome con cui è conosciuto sul web Stefano) è stato ciò che ha permesso il ritorno in un campionato ufficiale: la vera ripartenza è iniziata a Varano lo scorso aprile " – racconta Claudio – ho scelto di ripartire dal MES essenzialmente per il livello competitivo. Soprattutto nella Race Attack 1000 i piloti sono molto veloci. Già dai primi test riuscivamo a far segnare tempi molto simili a chi correva in categorie più alte. Così facendo sono ripartito".

La stagione d'esordio nei Trofei MES si è conclusa a Cremona con un quinto posto in classifica generale e la medaglia d'argento nella sotto-classifica Challenge "Durante quest’anno la crescita è stata continua. Dopo un inizio complicato, io e il mio team abbiamo trovato la quadra abbastanza velocemente e abbiamo infilato una serie di ottimi risultati, come i podi a Cremona durante il secondo round e a Cervesina, nel quarto. Peccato aver concluso la stagione così, saltando l’ultimo round sul Cremona Circuit a causa di un infortunio. Avrei potuto laurearmi campione di categoria e sarebbe stato il massimo. Non ho rimorsi comunque. Io e i ragazzi di Tecnica Moto abbiamo dato il cento per cento".

Parlando di Tecnica Moto Racing Team, quest'anno Stefano ha collaborato con un grande ex pilota e ora Team Manager come Andrea Zappa "Per me è stato un piacere e un onore. Confrontarsi con un ex pilota del livello di Andrea ti consente di carpire piccoli trucchi e malizie che si apprendono solo con l'esperienza".

Esperienza che il prossimo anno porterà The Italian Black Rider a correre per … "Ancora non posso anticipare niente – conclude ridendo Claudio – quello che sicuramente mi piacerebbe fare è tornare a respirare l'aria dei Trofei MES: il luogo dove sono tornato a sognare".

 

Postato il 23-02-2022

Tutto pronto per il ritorno del MES a Varano

I Trofei Mp Dynasty Exhaust Motoestate hanno regalato emozioni nei due appuntamenti fin qui corsi. In pista la bagarre non è mancata, così come non sono mancati i protagonisti e griglie piene. Paddock colorato e popolato, con piloti di esperienza e giovani promesse. In mezzo a tutto ciò piloti di fama internazionale come Bradley Smith e Claudio Corti, oltre a piloti stranieri: Frey, nella Supermono, e Alex Murley, pilota che ha militato anche nel mondiale Supersport. A Cremona poi non sono mancate le wild card illustri: Salvadori, Perotti, Goi per citarne alcune.

Ora, dopo un breve flashback, i riflettori si spostano sul round 3 della stagione. Si torna sul circuito di Varano il 26 e 27 giugno. E ci si aspetta un altro weekend affollato e di alto coefficiente adrenalinico. In riva al fiume Ceno, le classi 125- Moto4- 300 Classe Viva e Supermono correranno doppio round.

Occasione importante per ottenere tanti punti, in classifiche al momento molto corte.

Cult della www.4moto.it la Race Attack 600 e 1000 che anche quest’anno, fin dal 20214, si svolge tutta nella giornata di domenica. Due turni, due manche di gara e quattro gomme Dunlop D212 a disposizione. Ideale per chi vuole correre e divertirsi, con un livello alla portata di tutti e tanto show in pista con due gare sprint.

Come sempre c’è fremito prima del nuovo appuntamento, le aspettative non verranno deluse..purtoppo ancora gli eventi saranno a porte chiuse ma potrete seguire i piloti tramite il live timing

Postato il 18-06-2021

Intervista on line su Trofeimoto.it

Andrea Zappa, Team Manager d'assalto

Da pilota a team manager. Andrea Zappa: le due facce della medaglia.

Andrea Zappa ha una lunga e vincente carriera nel motociclismo professionistico, nella quale ha partecipato al campionato spagnolo, europeo e mondiale. Nel 2011 decide di appendere il cascoal chiodo e dedicarsi al 100% al proprio nascituro team “Non è stato un passaggio semplice - spiega Andrea- , ma dovuto. Il mio passato mi dà senza dubbio la possibilità di poter aiutare i miei piloti, non solo nella messa a punto della moto, ma anche per quello che riguarda guida. Posso interpretare al meglio le loro indicazioni – prosegue - è utile avere un passato “attivo” . Posso dare consigli che arrivano dall’esperienza diretta e non dal “sentito dire”, come purtroppo spesso accade in questo settore, dove talvolta sembrano contare più le parole che i fatti”.

Le sensazioni della gara sono un qualcosa di unico“La passione è il motore del nostro lavoro - precisa Zappa - inevitabilmente ogni tanto mi mancano le sensazioni e l’adrenalina della competizioni, ma anche al muretto si vivono emozioni forti. Emozioni diverse che si scatenano specialmente a fione corsa. Al muretto è fondamentale essere concentrati, i pensieri sono molti ed importanti, vanno dalla strategia di gara, alla preoccupazione in caso di caduta del pilota, ai dubbi sulla corretta messa punto dei mezzi”.

E cosa dà più soddisfazione, vincere in sella alla moto o veder i propri piloti crescere e salire sul podio? “Non credo si possano comparare..sono entrambi emozioni forti da condividere con tutta la squadra. Vedere i propri piloti crescere e vincere è senza dubbio una soddisfazione enorme e ripaga di tanti sforzi, è senza sicuramente un’iniezione di fiducia e positività per il team”

Venendo un po’ al campionato di quest’anno: Tecnica Moto è ormai un team storico dei Trofei MES, ogni anno i piloti che partecipano sono molti e spesso vincenti. Quest’anno quali saranno?

I nostri piloti impegnati nel MES saranno 9 (Palladino,Valsecchi, De Stefano, Bocenti, Bianucci, Cappelli, Magnano Lorenzo e Ivano e Bernoni con i quali il team sarà presente in TUTTE le categorie della manifestazione”

E cosa rappresenta  per te il Trofeo Motoestate?

“Ormai il Mes è un appuntamento fisso ed un impegno importante per la nostra struttura, allo steso tempo ci permette di mantenere i costi per i piloti relativamente bassi”

Ora un po’ di attualità: la pandemia sta avendo ripercussioni importanti in tutti i settori. Come ha cambiato i vostri piani e ambizioni quest’anno?

“Purtroppo inevitabilmente abbiamo dovuto limare i programmi soprattutto per quello che riguarda i test e gli allenamenti, speriamo di poter comunque essere competitivi con i nostri piloti come nelle passate stagioni”

Venendo ai piloti. Palladino e Bianucci dopo le vittorie della www.4moto.it Race Attack dello scorso anno si affacciano alle categorie 100 e 600 Open. Cosa cambia per loro?

Sicuramente per entrambi sarà una nuova ed interessante sfida, si alza il livello, il campionato in se richiede un impegno diverso a partire dalla tipologia della gara, sicuramente entrambi si impegneranno al massimo e sono entusiasti per la nuova sfida..Palladino cambia dopo anni di Race Attack e Bianucci si affaccia al MES come vincitore della RTK 600 al primo tentativo

Lo stesso discorso vale per Magnano e Bocenti, terzi nella Race Attack 1000 e 600 del 2020.

Magnano dopo la vittoria della Stock 1000 2019, la scorsa stagione ha dovuto purtroppo fermarsi causa infortunio sul lavoro, è innegabilmente felice di poter tornare finalmente in pista ed in particolare nella stessa classe dell’amico e rivale di sempre Palladino. Bocenti quest’anno è anche stato in lizza per il campionato, purtroppo ha concluso solo terzo a causa di una scivolata in gara 1 a Cervesina ma la sua crescita è costante e continua, anche per lui si prospetta una bella sfida per questa nuova stagione, in primis con se stesso per il salto nella nuova categoria e poi con l’amico e compagno di squadra Bianucci

La Race Attack vi ha dato molto in termini di risultati, come è percepita come categoria da un team come il vostro?

“La RTK è una categoria che ci piace molto, la riteniamo un ottimo trampolino di lancio per piloti, relativamente poco impegnativa a livello di tempo e risorse e sempre ci impegneremo per iscriverne di nuovi.  Per questa stagione ci saranno impegnati Lazzaro che ci ritenta dopo la sfortunata stagione 2020 e il rookies De Stefano Claudio, i test sono stati incoraggianti e ovviamente ci auguriamo di essere ancora nelle posizioni che contano”.

E ora per concludere: cosa ci si aspetta dal MES 2021?

Tanto divertimento come sempre, il clima del paddock MES è sempre piacevole ed amichevole, sicuramente un altro punto a favore di questa manifestazione”.

 

Postato il 15-04-2021

Trofei MP Dynasty Exhaust MES

Le novità 2021

I Trofei MP Dynasty Exhaust MES 2021 scatteranno il prossimo 24- 25 aprile dall’autodromo di Varano de’ Melegari e il Tecnica Moto Racing Team sarà presente!

Si correrà nelle giornate di sabato e domenica, con prove libere la mattina e al pomeriggio il via ufficiale al weekend di gara, con un format ormai diventato tradizionale.

Come ogni anno il Motoestate riserva qualche novità. La più grossa per il 2021 è l’inserimento di Cremona, pista molto amata dagli appassionati, avrà ben due round, maggio e settembre, che vanno così a completare e ampliare la scelta degli autodromi a disposizione, affiancando così Varano, pista storica per il torneo e Cervesina.

Le categorie al via saranno 125 Sp e Open che correrà con la moto4, categoria propedeutica per avviare i giovani alle competizioni. La 300 SS è in forte crescita e conterrà il Challenge Kawasaki 400. A livello regolamentare, nella 300, verrà introdotto il data logger AIM, al fine di livellare le prestazioni tra le diverse moto, per avere una classe sempre più equilibrata. Per il challenge Kawasaki un importante premio del valore di 2000 euro, messo in palio dall' e-commerce ricambi moto www.4moto.it oltre ad una wild card al CIV.

Confermata anche la classe Supermono, con conferma dei regolamenti degli anni passati. Mono-gomma Dunlop e motorizzazioni ammesse 250 cc fino a 800 cc, 4 tempi, e da 125 a 500 cc, 2 tempi. Con suddivisione per moto fino a 450 e Open. È la categoria che può fare sbizzarrire preparatori e appassionati, con moto artigianali, telaio standard con motori di altra marca, e anche Premoto3 e Moto3. Una categoria aperta a tutti e anche a piloti che corrono altri campionati, soprattutto minorenni che possono così allenarsi.

Nessun cambiamento nelle categorie 600 e 1000, che verranno suddivise in Open e Open KR 1000, Open 600 213 come nel 2019. La Open, sia 600 che 1000, ha regolamento Super Open e le gomme sono libere per marca e modello.

La formula della Race Attack 600 e 1000 rimane invariata rispetto alle edizioni precedenti. La Race Attack è la classe d’ingresso per i piloti che arrivano dalle prove libere. Limiti di partecipazione per curriculum e il tutto nella sola giornata di domenica: due turni di prove ufficiali e due manche. Per agevolare chi non può essere presente dal sabato.

Seguire e rimanere aggiornati sul Trofeo Motoestate sarà anche quest’anno estremamente semplice. Basterà seguire le pagine Facebook @MotoEstate e Instagram @trofei_moto oltre che il sito trofeimoto.it . Qui vengono sempre pubblicate news, informazioni, aggiornamenti e tutto ciò che riguarda il Trofeo.

Calendario 2021:

25 aprile Varano

30 maggio Cremona

27 giugno Varano

18 luglio Cervesina

19 settembre Cremona

Postato il 26-02-2021

Ed è Mes 2021

Finalmente il calendario!

Ecco il calendario anche del Motoestate 2021 con una grande novità..aggiunti 2 appuntamenti al Cremona circuit oltre ai già noti Varano e Cervesina

Postato il 13-02-2021

Leonardo Fanizzi

Dal 600 al 1000

E' ormai ufficiale il passaggio dal 600 al 1000 per il giovane Leonardo che ha confermato la sua stagione 2021 con il nostro team in sella alla sua nuovissima Yamaha R1 nel Trofeo Italiano Amatori

Postato il 13-02-2021

Coppa italia 2021

Ecco il calendario

E' uscito il calendario 2021 della Coppa Italia che si svolgerà su 5 appuntamenti sempre su circuiti di calibro mondiale come Mugello, Misano e Vallelunga, ancora grande assente purtroppo Imola..

Postato il 13-02-2021

Naska 2021?

Il lento e difficile recupero

Riuscirà Alberto a tornare in sella per la nuova stagione dopo il brutto infortunio che lo ha visto protagonista nella prima gara della Superior Cup 2020? Purtroppo sembrano allontanarsi le speranze della sua partecipazione alla nuova stagione date le difficoltà nel recupero..

Postato il 13-02-2021

Bernux!

Bmw o Yamaha?

Con cosa scenderà in pista quest'anno il nostro Fracesco?

Bmw? Yamaha? O ci stupirà con qualche novità?

Attendiamo..

Postato il 13-02-2021

Nuova livrea?

Rookies cup 2021

Morgan correrà nuovamente nel Trofeo Italiano Amatori per tentare di vincere il titolo di Rookie 1000..con quale livrea si presenterà quest'anno in griglia?

Postato il 13-02-2021

Annullate le prime 2 tappe del Motoestate

Attendiamo news per la gara di luglio

Come prevedivile è arrivata anche la comunicazione ufficiale dell'annullamento delle prime 2 tappe del Motoestate 2020 in programma il 10 maggio al Tazio Nuvolari e 31 maggio a Varano.
I conosciuti Palladino, Magnano, Scotti, Bocenti ed i nuovi Valsecchi, Bianucci, Cappelli, Magnano Jr si vedono costretti a rimandare il ritorno in sella, con tutti i sogni e progetti per la nuova stagione, fermi ai box.
Vi terremo aggiornati...

Postato il 16-04-2020

Annullata la prima tappa della Coppa Italia

Il Mugello deve aspettare

Oggi avremmo dovuto pubblicare le prime foto che sancivano il vero inizio della stagione agonistica..finiti i test programmati, le moto, i piloti, i tecnici, tutti dovevano essere ormai pronti a mettersi in viaggio verso la prima avventura dell'anno, la prima data del Mugello ci attendeva per l'inizio della Coppa Italia.
Naska approvada alle gare sui circuiti "lunghi", Mike D'Ambrosio grande new entry del 2020, il nostro mitico Bernoni Francesco che si affacciava con merito alla classe regina del Trofeo Italiano Amatori e Morgan Rampin che ritentava l'assalto nel campionato Rookies..
E invece siamo a casa, tristemente a casa, a dover attendere non sappiamo ancora per quanto, anche solo un principio di normalità nella vita quotidiana, la possibilità di poter programmare, anzi RIprogrammare la stagione 2020.
Quest'epidemia ci ha travolto ed ha messo in pausa le nostre vite, le nostre passioni, la nostra libertà..
Al momento dal Trofeo Italiano Amatori si è visto costretto ad annulare il primo evento ma nulla è al momento sicuro per gli appuntamenti a breve termine..vi terremo aggiornati, nel frattempo #restate a casa

Postato il 15-04-2020

#noistiamoacasa

Proprio in questi giorni quando avremmo dovuto iniziare a parlare intensamente di ritorno in pista, test, novità 2020 ecc, siamo chiamati a fare nella vita ciò che ci richiede la pista: applicazione, sacrificio ed impegno.

Prima restiamo tutti a casa, prima potremo tornare in pista!!

Postato il 16-03-2020

MBE 2020

Verona 16.17.18.19 gennaio

Come ogni anno si inizia a respirare realmente l'aria della nuova stagione, a rivedere "le facce da paddock" all'appuntamento fisso della fiera di Verona, il Motor Bike Expo.

Il team avrà in esposizione una moto presso lo stand Gully racing, pad 6 stand 18R.

Michael D'ambrosio

Da avversario a pilota del team

Michael D'ambrosio, per gli amici e followers Mike, è stato un temibile avversario in pista per i nostri piloti nelle passate stagioni.

Da "avversario" in pista è diventato amico nel paddock, una chiacchiera tira l'altra, l'interesse, ed ora il team manager Zappa e tutto il team sono felici di annunciare la presenza di Mike in forze al team per la stagione 2020 in sella ad una nuovissima R1..in bocca al lupo pilota!

Motortimes..nuova concessionaria!

Ufficiale la nuova collaborazione

Tecnica moto è lieta di annunciare la nuova collaborazione per la stagione 2020 con la concessionaria dell'ex pilota Paolo Vino, Motortimes.

Concessionaria Yamaha da molti anni sul mercato ed impegnata nel settore racing sarà partner del nostro team per la nuova stagione.

Potete visitare le concessionarie Motortimes dove troverete un vasto assortimento di moto nuove ed usate, abbigliamento ed accessori presso le loro sedi di Saronno e Legnano.

Premiazioni Motoestate

Domenica 24 novembre 2019

A Brescia nella bellissima location del museo "100 miglia", si sono svolte le premiazioni della stagione 2019.

Ricordiamo il bellissimo finale della Race Attack 1000 con Palladino che ha lottato e permesso al suo compagno Alberto Naska di vincere il titolo all'ultimo giro, Piccini che alla prima stagione di gare si è aggiudicato la Rookies nella Race attack 1000.

Ivano Magnano, primo anno in sella ad un R1 ha conquistato la categoria Stock 1000 e Bocenti vittorioso nella Challenger Race attack 600..

Il team soddisfatto ha quindi portato a casa un bel bottino..ben fatto ragazzi!

NEW!!

Test Master GP

Lunedì 21 ottobre sul circuito di Castelletto di Branduzzo si svolgerà la terza giornata testa Master Gp dove sarà possibile acquistare turni singoli.

Programma che si svolgerà sull'intera giornata, i piloti dovranno arrivare in pista con solo il proprio abbigliamento da moto, a tutto il resto pensiamo noi!

Per info e costi

info@tecnicamotoracing.it

Il gran finale del Mes 2019

The day after

Ci sono giorni in cui ti svegli devastato, tritato, con la testa piena ed allo stesso tempo vuota.

Fatichi a mettere a fuoco se quel turbinio di emozioni che ancora ti frullano nel cuore sono frutto del sogno appena finito o fanno parte della realtà.

Fatichi a credere che il campionato che sembra iniziato ieri, con tutte le sue incognite, dubbi, paure e speranze che porta con sé ogni inizio di stagione, sia già terminato.

Ma la confusione mentale non è data solo da una fine che sembra arrivata troppo in fretta, ma è data da quello che questa stagione, più di altre, è stata.

Corse contro il tempo, pole position, scivolate, vittorie, cadute, giri veloci.

I visi tirati dei ragazzi che hanno lavorato sodo e si distendono in un sorriso quando il loro pilota svela sotto la visiera il sorriso di un bambino al parco giochi.

Abbiamo vinto, abbiamo vinto tutto, abbiamo vinto tutti.

Naska ha combattuto davvero fino all’ultima curva ed ha vinto la Race Attack 1000, Palladino, degno scudiero, temibile ed ammirabile compagno di squadra, ha giocato il suo ruolo fondamentale; Magnano ha vinto la Stock 1000, Bocenti ha vinto la Challenger Race Attack 600, Piccini ha vinto la Rookies Race Attack 1000.

Anche chi non ha un titolo da mettere in bacheca ha i propri record personali, best lap migliorati, lo stile di guida migliorato, un obbiettivo raggiunto.

Abbiamo vinto tutto.

Hanno vinto i sorrisi e le amicizie.

Hanno vinto la sportività e la collaborazione

Ha vinto la famiglia, ha vinto la squadra.

Abbiamo vinto tutti.

Grazie a chi ha collaborato, a chi ha lavorato, a chi è passato per un saluto, a chi ha reso tutto questo possibile.

Grazie per averci fatto emozionare

Questa stagione non la dimenticheremo molto in fretta..

La MasterGP arriva a Varano

Bianucci domina ancora

Nuovo circuito, stessa formula ed ancora tanto divertimento.

La MasterGP approda a Varano per il 3° appuntamento 2019.

Circuito nuovo per la maggior parte dei ragazzi, nuove sfide..

Si riconferma ancora Bianucci davanti a tutti, segue Mauro Goffi in solitaria mentre è serratissima la battaglia per il 3° gradino del podio..

Sorpassi e controsorpassi per tutti i 6 giri del pareggimento e risultato decretato dal photofinish..ha la meglio Freccia verde sull'amico Spavald per soli 18 millesimi.

Ci vediamo l'8 settembre a Castelletto di Branduzzo per il 4° e penuultimo appuntamento.

Riconferma MasterGP

Secondo appuntamento tra gas e amici

Sul circuito pavese di Castelletto di Branduzzo scende in pista il secondo round della MasterGp 2019.

Domina ancora Bianucci, alle sue spalle si riconferma Iannelli.

Bellissimo il lungo e combattuto confronto tra il giovanissimo Magnano e Spavald.

Vince Spavald anche grazie ad un errore di Magnano che alla penultima curva finisce in ghiaia.

Prossimo appuntamento sul ciruito di Varano il 4 agosto.

MasterGp in pista!

Formula ok

Primo evento in quel di Castelletto di Branduzzo approvato a pieni voti.

Divertimento, moto, gas, amici ed una bella domenica passata in compagnia.

Perchè la MasterGp è anche questo, è soprattutto questo!

Moto a sorteggio, turni di prove libere, 2 turni per definire l'ordine di partenza del pareggiamento..

Il primo round se lo aggiudica un magistrale Nicolò Bianucci seguito da Andrea Iannelli e Lorenzo Magnano al suo esordio.

Appuntamento per il secondo evento il 14 luglio sempre a Castelletto di Branduzzo..disponibili le ultime moto..vi aspettiamo!

Master Gp!

Finalmente on line

Ci siamo fatti attendere..vi abbiamo fatto pazientare..ma finalmente siamo pronti!!

Ufficiale il calendario delle Master GP 2019, 5 appuntamenti dove giovani -o meno giovani- piloti -o aspiranti tali- potranno avvicinarsi al mondo della pista in totale sicurezza in sella a delle vere moto da gara a costi contenuti.

Le moto saranno messe a disposizione dal team, i piloti dovranno solo arrivare con il proprio abbigliamento da pista, tuta, stivali, guanti, casco e paraschiena, al resto pensiamo noi!

Calendario:

-23 maggio test .Castelletto di Branduzzo

-25 maggio test . Castelletto di Branduzzo

-2 giugno pareggiamento .Castelletto di Branduzzo

-14 luglio pareggiamento .Castelletto di Branduzzo

-4 agosto pareggiamento .Varano dè Melegari

-8 settembre pareggiamento .Castelletto di Branduzzo

-13 ottobre pareggiamento .Tazio Nuvolari Cervesina*

*in attesa di conferma

TEST KIT3

Prova l'emozione di una vera moto da pista!!

Facili, leggere, agili e Super divertenti!

Fissato per il 30 settembre l'appuntamento 2018 per provare le fantastiche KIT3, giornata di presentazione e prova delle nuove moto, riviste, modificate e migliorate in preparazione al ricco programma per il 2019..

Per info e prenotazioni:

info@tecnicamotoracing.it

Il Motoestate torna in terra bresciana

Appuntamento il 22 luglio a Franciacorta

I Trofei Wheelup Motoestate sono pronti a tornare in pista il 21 e 22 luglio sul tracciato di Franciacorta per il quarto round della stagione. E per l’occasione torneranno in pista anche i piloti della MiniGp, che non avevano corso a Cervesina per non creare concomitanza con il Civ Junior in quel weekend a Varano. La Minigp è la categoria entry level, propedeutica per poi correre nel Civ Junior o in categorie superiori.

Dalle ruote da 12 pollici il passo è breve e si arriva alla Moto4, si corre con moto prototipo, mono motore uguale per tutti, costi contenuti che agevola i giovani piloti a scendere in pista. A Franciaccorta sarà ancora una volta bagarre per una categoria equilibrata dove la differenza la fanno i piloti. Un’ottima palestra per il futuro e per fare esperienza.

Rimanendo sulle categorie del futuro che al Motoestate stanno conoscendo un ottimo incremento, c'è la 300 SS

Passando alle cilindrate maggiori, cambiano moto e protagonisti ma non la bagarre e la suspense.

La 1000 Race Attack, altra gara da tutto esaurito e che si corre nella sola giornata di domenica con prove e gare, la leadership è di Palladino che dovrà vedersela da Scotti, D’Ambrosio, Lamagni, Striato e Fontana, molto veloce a Franciacorta.

Il programma dell’intenso weekend di gare con il Motoestate, prenderà il via sabato con le prove libere e ufficiali, per entrare nel vivo la domenica con le ultime qualifiche nella mattinata e dalle 12.15 le gare che si apriranno con la MiniGp. 

Per informazioni e iscrizioni: ww.trofeimoto.it segreteria@trofeimoto.it

Gipponi e Bernoni al Mugello

4° appuntamento della Coppa Italia, ottimi risultati

Giunti alla 4° gara anche per quanto riguarda la Coppa Italia, un altro week end ricco di soddisfazioni per i piloti Tecnica Moto sul circuito toscano.

Gipponi impegnato nel Pirelli Cup 1000 sembra aver ritrovato completamente il feeling con la sua moto ed in qualifica migliora il proprio Best personale facendo segnare un’ottimo 1.55.590 ed al parco chiuso non riesce a trattenere l’emozione.

Altissimo ancora una volta il livello infatti nonostante un tempo fantastico si qualifica 16° e termina la gara in 15° posizione.

A soli 5 giorni dalla gara di Imola, ancora in pista Francesco Bernoni che in sella alla sua R1 migliora anche lui il suo Best personale abbattendo il muro del 2.02.00.

Francesco classificatosi 14° nella batteria A del Trofeo amatori 1000 , con una bella gara si porta sotto la bandiera a scacchi in 10° posizione assoluta, 2° della Over 30 e 4° della classifica Time 2.04

Complimenti ai piloti per i risultati ottenuti ed ovviamente al team per il lavoro svolto e per dare sempre ai suoi piloti delle moto competitive.

Week end al tempio

Peccato per Corradi, ottimo tempo per Pasini, grandissimo Bernoni

Unico appuntamento stagionale nello storico circuito di Imola, tempio del motociclismo e scenografia spettacolare di gare epiche.

Scende in pista il CIV, i piloti Tecnica Moto li vediamo impegnati rispettivamente Pasini nel National Trophy 1000, Bernoni e Corradi, entrambi in veste di Wild card, nel Trofeo R1 cup.

Circuito di certo non facile con le alte velocità che si raggiungono, i saliscendi mozzafiato e le curve cieche..

Come sempre altissimo il livello nel National trophy e Pasini con un’ottimo 1.52.447 si trova in 13° posizione.

Bene in gara dove nonostante la doppia bandiera rossa che ha interrotto per ben 2 volte la gara, Enrico è risalito fino all’ 8° posizione ma il solito dolore all’avanbraccio anche in questa occasione ha compromesso la sua gara facendogli perdere forza nella guida e perdere posizioni chiudendo così 11°.

Nelle qualifiche dell’R1 cup Corradi conquista la 3° fila, Bernoni lo troviamo in 4°.

Buono l’inizio di gara di Daniele che si trova in 6° posizione ed i primi non sono lontani ma al 4° giro una brutta caduta alla Rivazza mette fuori gioco la sua moto, nessuna conseguenza per fortuna per il pilota.

Bernoni era andato ad Imola con l’unico obbiettivo di gareggiare su una delle pista più belle al mondo, quasi senza aspettative, solo per divertirsi, ma un buon tempo, un buon piazzamento, 9° assoluto ed il podio per la 3° posizione nella categoria Time, hanno coronato per lui un’ottimo week end.

Week end 'agro-dolce' al Tazio Nuvolari

Sul circuito pavese dedicato a Tazio Nuvolari, si è svolto il 3° round del Motoestate 2018, sempre con Palladino, Scotti e Naska protagonisti della Race Attack 1000 e la wild card Riccardo Girardi nella Race Attack 600.

Giro di boa non troppo favorevole ai piloti Tecnica Moto purtroppo..

Un Palladino già infortunato ad una caviglia incappa sabato mattina in una brutta caduta nei turni di libere peggiorando così le sue condizioni.

Domenica mattina è Fontana il più veloce dei piloti di Zappa qualificandosi 4°, alle sue spalle Palladino 5° e Scotti in 7° posizione.

In gara 1 scatta benissimo Scotti che non riesce però a mantenere la leader per tutta la gara, conquistando comunque il 3° gradino del podio, 4° al traguardo Palladino e 5° Naska.

In gara 2 replica Scotti con una partenza da manuale e proprio quando è in testa e sta tentando la fuga dagli avversari, il pilota che si trova in 4° posizione rompe il motore lasciando olio in buona parte di pista.

La direzione gara decide di sospendere la manifestazione lasciando così ai nostri piloti, Scotti in primis, l’amaro in bocca per la mancata possibilità di portare a casa punti importanti per il campionato.

Week end tribolato anche per la Wild card Girardi che partito 11°, in gara quando si trovava a ridosso

della 9° posizione, viene esposta bandiera rossa, gara sospesa e tutto da rifare; alla ripartenza termina 16° e 5° dei Rookies.

Gara 2 della Race Attack 600che doveva svolgersi dopo gara 2 della Race Attack 1000, viene annullata. Appuntamento domenica 24 giugno sul ‘mitologico’ circuito di Imola per il CIV con ben 4 piloti Tecnica Moto in pista.

I TROFEI WHEELUP MES A CERVESINA

IL TERZO ROUND IL 16 E 17 GIUGNO

I Trofei Wheelup Motoestate sono pronti a scendere in pista per il terzo round stagionale. Teatro della sfida il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina che il prossimo weekend, 16-17 giugno, ospita il torneo piu' longevo d'Italia per la quarta volta in altrettante stagioni.

Come di consueto si attendono due giorni di spettacolo con tante categorie al via. Oltre infatti al palinsesto tradizionale del MES, a completare il programma penseranno i piloti impegnati nei Trofei CRV, sempre a fianco del Motoestate in tutte le gare, Naked, Igp e Didi. La Igp e' la categoria che fa rivivere le due tempi 250 Gran Prix, quindi un'occasione per rivedere in pista moto che hanno fatto la storia delle competizioni internazionali. Scenderanno in pista anche i ragazzi Diversamente Disabili, che a Cervesina organizzano corsi per avvicinare alle corse piloti con disabilita'.

Folto e intenso il programma dei Trofei Wheelup Motoestate che vedranno scendere in pista moto genere, dalle Moto4, nuova categoria studiata per permettere ai giovani piloti di approcciarsi alle corse a basso costo, alle 1000 Superbike della classe regina, passando per la 600, la 300 ss, categoria del momento anche a livello internazionale, 125 sp, Supermono e Race Attack a completare il programma di gara.

Il ricco palinsesto del weekend prendera' il via sabato mattina con le prove libere, mentre al pomeriggio prime prove ufficiali. Domenica mattina ultime prove di qualifica per stabilire le griglie di partenza e dalle ore 12 il via alle gare.

Motoestate a Varano

Palladino in gran spolvero

Sul circuito di Varano, dopo la tripletta di Franciacorta, qualche errore di troppo per i piloti Tecnica Moto che riescono comunque a ben figurare.

Un Palladino in ottima forma firma una gran Pole position, prima fila anche per Scotti e Naska 4°, subito alle sue spalle.

Gara 1 interrotta purtroppo da una bandiera rossa quando Max si trovava in 2° posizione, Fontana 5° e Scotti 8° dopo esser finito lungo in partenza alla prima curva per un contatto e perdendo così parecchie posizioni.                                                                                                          Tutto da rifare quindi in una gara-flash di soli 2 giri, chiusa da Palladino confermando la 2° posizione, Scotti ai piedi del podio 4°, mentre Naska con una partenza ‘Rodeo style’ non è andato oltre la 13° posizione.

In gara 2 stessa griglia di partenza, Max parte a razzo e Francesco cerca di tenere la sua ruota, lo sta studiando quando al 3° giro l’anteriore lo abbandona a terra e scrivendo così la parola fine alla sua gara.                                                                                                           Fontana nonostante la scivolata del sabato ed il risultato deludente di gara1, non si abbatte, termina 4° e primo dei Rookies.

Prossima gara sul circuito pavese di Cervesina il 17 giugno.. vi aspettiamo a fare il tifo per i nostri ragazzi!!

CHE SPETTACOLO RAGAZZI!!

3 piloti Tecnica Moto nelle prime 3 posizioni sia in qualifica che in gara

Qualifiche domenica mattina molto combattute tra i piloti di Zappa ma alla fine e' la novita'   Fontana ad avere la meglio e ad aggiudicarsi la prima pole position della stagione, seguito da Palladino e Scotti a chiudere la 1^ fila.

Nelle gare del pomeriggio Palladino si porta in prima posizione in entrambi le manche, Fontana alle sue spalle cerca di amministrare al meglio le prime gare della sua vita, ma e' Scotti che partendo dalla 3^ piazza infila entrambi i compagni di squadra e firma la doppietta sul tracciato bresciano.

Podio quindi conquistato a pieno dal team di Zappa..non si poteva iniziare in modo migliore!

Coppa Italia a Misano

Bernoni da podio

Week end di miglioramenti e soddisfazioni

Un ottimo fine settimana per Francesco Bernoni sul tracciato di Misano adriatico.. Si parte con le libere del venerdì, sabato mattina qualifica unica e nel pomeriggio già la prima gara.

Francesco qualificatosi 19°, in gara termina 7°, 1° classificato Over 30 e 3° della classifica Time. Domenica pomeriggio si replica, stessa griglia del sabato, ed ancora un gara in costante miglioramento.         

In "gara2" Francesco termina 6° della classifica generale, ancora a podio 2° over 30 e 3° classificato nella Time.

Un week end gestito magistralmente, così si cresce..bravo Francy! 

New entry della Coppa Italia Cristian Gipponi iscritto al trofeo Pirelli Cup 1000. Pilota d’esperienza e conosciuto nell’ambiente, si è affidato al team Tecnica Moto per il proseguimento della stagione ed a Misano ha provato diversi nuovi assetti trovando quello a lui più congeniale, riuscendo così a migliorare il proprio tempo personale ed a qualificarsi per la gara della domenica.

Cristian non si lascia certo intimorire da una partenza non da manuale, uno dopo l’altro passa gli avversari chiudendo 20°.

Appuntamento per il prossimo round il 1° luglio sul circuito del Mugello..           

Sempre protagonista.. Francesco Scotti

Termina la stagione 2017 in 3' posizione nella Race Attack 1000 ma anche lui quest'anno vuole il numero 1!

Ci aspettiamo nuovamente tante belle battaglie con il compagno di squadra..buon divertimento e che vinca il migliore!

Alla caccia del titolo..Palladino Max

Dopo una divertente stagione 2017 terminata non nel migliore dei modi Max tornera'  in sella alla sua R1 per dare la caccia al titolo di campione sfumato per poco..ci aspettiamo ancora tanto spettacolo!

La grande news..Alberto Naska Fontana!

Conosciutissimo sui social grazie ai suoi bellissimi video che raccontano di gare, passione e motori, scendera' in pista nel trofeo Race Attack 1000 in sella a Yamaha R1..cerchera' di raccontare in una sorta di reality quello che succede dentro il box, la preparazione della moto e l'adrelina che sale..ne vedremo delle belle!

Bernoni passa al 1000!

Pronto per il trofeo Italiano Amatori, Francesco sara'  impegnato in una sfida doppia..nuovo campionato e nuova moto!

1' appuntamento CIV 2018

Si e' concluso il primo appuntamento del CIV 2018 sul circuito di Misano Adriatico con Rosso che porta a casa i primi punti stagionali terminata la gara del trofeo R1 cup in 6^ posizione.

In crescita Scalbi partito dalla 36^ casella, 30^ in gara 1 e 27^ in gara 2

Il ritorno di Filo!

Gia' pilota Tecnica Moto in passato, Filippo Scalbi di Pesaro torna a gareggiare con i colori del team di Andrea Zappa, si cimentera'  nel doppio impegno del Civ SSP 600 e Coppa Italia nel capionato Pirelli..forza Filo!

Primo pilota 2018.. Rosso Niccolo'

Niccolo' classe 1985 inizia con gli scooter per poi passare alle moto, conosciuto a livello nazionale ed internzionale grazie alla partecipazione al mondiale endurance, scendera'  in pista nel trofeo R1 cup..in bocca al lupo!

Mafra e Tecnica Moto

Con piacere il Team Tecnica Moto vanta ed annuncia l'importate collaborazione con l'affermata azienda Mafra, leader nel settore di prodotti per la cura di auto e moto per la stagione 2017.

I loghi applicati sui pannelli box, su tutte le moto del Team che partecipano a ben 7 diversi campionati, sono importante veicolo di pubblicizzazione dei prodotti usati sia in officina per la manutezione delle moto sia in sede di gare, nei box ed in pista.

10-11-12 Febbraio

Test invernali a Cartagena

CERCASI PILOTA CIV-R3

Ricerca collaboratori

Tecnici di pista

Postato il 05-10-2022

leggi

Chiusura della stagione

Misano, domenica 2 ottobre

Postato il 05-10-2022

leggi

25 settembre a Cremona

Ultimo round del Mes

Postato il 05-10-2022

leggi

Coppa FMI

Mugello, 28 agosto 2022

Postato il 05-10-2022

leggi

Motoestate, round 4

Si torna a Varano

Postato il 03-08-2022

leggi

Ritorna la MasterGP

Domenica 31 luglio

Postato il 03-08-2022

leggi

Motoestate, round 3

Prossima fermata..Magione!

Postato il 03-08-2022

leggi

R7 nel paddock SBK!

Domenica 12 giugno, Misano

Postato il 03-08-2022

leggi

Nuovo concessionario!

A breve le news!

Postato il 26-11-2019

leggi

Ricerca collaboratori

Cercasi collaboratori officina e pista

Postato il 18-08-2019

leggi

Master Gp

Presentazione ufficiale

Postato il 09-05-2019

leggi

Attacco al tempo..la sfida

Naska-Salvadori, stessa moto

Postato il 13-07-2018

leggi

Pasini e Barolo a Misano

Postato il 13-07-2018

leggi

Naska sale in sella

Postato il 20-04-2018

leggi

Manca poco..iniziano i test

Postato il 30-03-2018

leggi

Ivano Magnano in pista

Ritorno in sella dopo 7 anni

Postato il 29-05-2016

leggi

La Prima Gara si Avvicina...

La stagione si avvicina, primo test di gruppo

Postato il 29-05-2016

leggi

Franciacorta 1 round

Prima gara, doppio podio

Postato il 29-05-2016

leggi

R1cup a Vallelunga

Un buon inizio

Postato il 29-05-2016

leggi

Massimiliano Prima Volta su R1

Paladino Massimiliano, primo test stagionale anche per lui

Postato il 29-05-2016

leggi

Preparazione 2 gara del Motoestate

Secondo test Stagionale

Postato il 29-05-2016

leggi

Assegnazione Borse di Studio

Postato il 12-03-2016

leggi

Iniziati i Test Invernali

Primo test stagionale per Andrea Zappa su Yamaha R1 e Francesco Amato su KIT3 sul circuito di Cartagena

Postato il 12-02-2016

leggi

Torna all'inizio